Scuola e Cultura – Cosa abbiamo in testa

Noi ci vogliamo identificare in quell’anello di una catena che favorisce altresì la stretta connessione di ogni scuola con il suo territorio per un’attenta collaborazione fra la scuola e gli attori extra scolastici con funzioni a vario titolo educative.

- E’ per  questo motivo che abbiamo creduto al progetto di un’Università della Famiglia, un luogo in cui ogni persona con i propri bisogni e le proprie  domande  possa trovare una risposta  adeguata e un percorso di  crescita personale qualificato. A tale scopo si ipotizza di terminare e portare ad utilizzo lo stabile adiacente il nuovo capannone dei carri attualmente inutilizzato.

- Progettazione di scuola di formazione professionale regionale che possa inserire i nostri ragazzi in una realtà lavorativa locale.

- L’uomo planetario, definito dalle molteplici interdipendenze fra locale e globale, è dunque la premessa indispensabile per l’esercizio consapevole di una cittadinanza nazionale, europea e planetaria. A tal fine sarà indispensabile una piena valorizzazione dei beni culturali presenti a Gambettola, delle eccellenze culturali quali la stamperia, la scuola della cartapesta, il vissuto attorno al teatrino, la Banda, la biblioteca, il Carnevale in un elaborato intreccio tra passato e futuro, tra memoria e progetto innovativo specifico per tutte le fasce d’età.

- Vorremmo che, attraverso la riscoperta della storia del nostro Comune, si portino i bambini ed i ragazzi a sviluppare un attaccamento affettivo e civico reale nei confronti del proprio territorio. Due idee: il progetto Piedibus BIMBIMBICI.
E’ nostro intento trasformare Gambettola in “Città della Bici”.

- Edifici scolastici sicuri, funzionali e accoglienti.   Purtroppo le condizioni degli edifici scolastici del Comune sono poco decorose, il nostro impegno nel tempo sarà di riuscire a sanare queste situazioni di riqualificare e mettere a norma le strutture esistenti. La scuola dell’infanzia “Aquilone”, nonostante sia stata costruita da poco, presenta varie problematiche dovute alla non curanza e allo scarso controllo della precedente amministrazione, anche a questa problematica dovremo dare risposta. Intendiamo prenderci a cuore le già note situazioni di possibili opere di riqualificazione e messa a norma degli edifici esistenti (es. situazione Rodari, Amati e impianto condizionamento Asilo Nido Arcobaleno) e la stesura preventiva di progetti di riqualificazione degli edifici scolastici per partecipare ai bandi regionali ed europei.

Lavoreremo per rendere autonome le nostre scuole dal punto di vista energetico installando pannelli solari in un’ottica ecologica di risparmio e di ottimizzazione delle risorse energetiche.

- Istituzione di attività di doposcuola dove i nostri bambini possano trovare volontari qualificati che li aiuteranno nello svolgimento dei compiti e li impegneranno altresì in varie attività laboratoriali e ludiche.

- Coordinamento e intensificazione di attività in biblioteca e nei locali attigui, divisi per fascia d’età, in particolare per ragazzi dai 13 ai 18 anni.

- Cercheremo di creare un gruppo di coordinamento e diversificazione dei  centro estivi.

- Incentivazione dell’esperienza di Tagesmutter, si tratta di un servizio complementare ai servizi degli asili nido tradizionali, in grado di fornire risposte flessibili e differenti alle esigenze dei genitori. Il Comune manterrà una funzione di “regia” e di controllo del servizio e della qualità dello stesso.

In tutto ciò, la nostra forza sarà quella del continuo confronto e il lavoro coordinato con tutte le istituzioni, in particolare con quella scolastica, con le associazioni, con gli esperti del settore e con le famiglie per rispondere in modo adeguato ai veri bisogni della nostra comunità.

Programma 2014 versione 2.0 – Lista Civica Elezioni amministrative

Copyight © 2014 by Luca Cola. Powered by Staff.
Seguimi Facebook.

Privacy Policy